page loader

Rinnovare parquet in modo veloce e sicuro

Rinnovare il parquet in modo veloce e sicuro grazie ai nostri prodotti certificati


Rinnovare il parquet è una delle operazioni più richieste ai Parquettisti professionisti.  Sono diverse le modalità con cui questo obiettivo può essere portato a termine, e diversi sono gli strumenti di cui i parquettisti possono servirsi.

Ognuno opera infatti secondo una propria metodologia, e preferisce determinati prodotti piuttosto che altri.

Per rinnovare il parquet, in sostanza, bisogna procedere a una levigatura, che riporti il parquet a uno stadio grezzo. Dopodiché è necessario procedere alle eventuali operazioni di stuccatura e di spolvero. Infine, per rinnovare il parquet bisogna rifinire la superficie con finiture come vernice, olio o cera.

In ogni caso, questa operazione si riferisce soltanto ai parquet incollati o inchiodati, e non ai laminati. Questo perché durante l’operazione di levigatura si va a perdere uno spessore che varia da 0.3 a 1,5mm di legno.

Al di là di questi passaggi fondamentali, i rinnovi del parquet possono avere metodologie anche molto differenti.

La levigatura

Il primo step per rinnovare il parquet è l’operazione di levigatura.

Questa è un’operazione che viene effettuata con abrasivi flessibili e con macchine di levigatura a rullo, a nastro ad esempio con Bona Belt HD oppure con monospazzole evolute con movimento planetario roto eccentrico come con Bona Flexisand 1.9; per il perimetro si utilizzano invece le levigatrici perimetrali, vedi Bona Edge.

Tutte le macchine vengono equipaggiate con abrasivi flessibili, dalla grana 24 alla 120, per rispondere prontamente a tutte quelle che sono le fasi di levigatura, ovvero:

  1. Sgrossatura, rimozione totale della vernici vecchia

  2. Levigatura intermedia, il momento della pre-stuccatura

  3. Finitura, preparazione per applicazione dei prodotti chimici

La sgrossatura è il primo step da eseguire, quello che rimuove lo strato di finitura esistente e/o i graffi, livellando irregolarità e dislivelli.

Con lo stucco per il parquet, passaggio della seconda fase, è possibile eliminare le imperfezioni e ottenere nuovamente un parquet grezzo perfettamente omogeneo.

Rinnovare il parquet

Il passo successivo per rinnovare il parquet è infine l’applicazione della finitura. Questa può anche essere un’occasione per cambiare la finitura precedentemente scelta: un parquet oliato può diventare verniciato e viceversa.

L’applicazione dell’olio, della cera o della vernice ripristina lo strato protettivo e permette quindi al parquet di essere nuovamente usufruibile.

Non per forza, lo scopo di rinnovare il parquet deve essere legato a motivi, diciamo così, puramente funzionali e quindi tesi a eliminare difetti come graffi, macchie…ma può infatti essere un motivo puramente estetico, ad esempio legato al cambiamento del colore del tuo parquet.

Proprio per quest’ultimo motivo, nasce Bona Inspiration, in collaborazione con la trend analyst Cay Bond, con cui Bona ha creato 5 diversi stili per il cambio look del tuo pavimento in legno.


In questo modo si può, senza sostituire il parquet, ottenere uno stile nordico, uno naturale, uno californiano, uno contemporaneo o uno raffinato.
Ognuna delle 5 collezioni comprende diverse sfumature tra cui poter scegliere e sbizzarrirsi.