page loader

News

Come rinnovare il parquet: levigatura, lucidatura

13/05/2019
Categorie: News
Come rinnovare il parquet: levigatura, lucidatura

Molti si chiedono come rinnovare il parquet senza spendere una fortuna. SI tratta di un’operazione delicata, che richiede sicuramente una grande padronanza degli strumenti da utilizzare e delle stesse caratteristiche intrinseche del legno. 

Ma, come per tutte le cose, esistono anche dei procedimenti da seguire e che riescono a facilitare il lavoro. Oggi vediamo quindi se è possibile rinnovare parquet da soli e come ravvivare il parquet che sta subendo i segni del tempo. 

Come rinnovare il parquet: levigatura, lucidatura e verniciatura

Il parquet è sempre stato il tuo sogno: l’hai desiderato fortemente per la tua nuova casa, e nel corso degli anni, pur avendo un occhio di riguardo in più per la sua manutenzione, il piacere di rientrare in casa e camminare sul legno non ti ha mai fatto pentire della tua scelta. 

Dopo tanti anni di onorato servizio, però, il legno comincia a dare qualche segno di cedimento: una macchietta qui, un graffio lì… tutte cose di poco conto, ma che nell’insieme restituiscono un quadro non più perfetto.

Cosa fare, allora, per rinnovare il parquet? Certo, si può pensare di procedere alla sostituzione: in questo modo di estirpa il problema alla radice, approfittandone magari anche per fare qualche cambiamento di stile.

Di certo, però, non si tratta di un’opzione economica: sostituire completamente il parquet richiede la scelta di nuovi materiali, un nuovo lavoro di posa e di assestamento, nonché ovviamente diversi disagi in casa legati allo spostamento dei mobili e alla presenza della squadra di installazione.

Ecco quindi che per ravvivare il parquet si presentano altre alternative:la prima è quella della levigatura. 

Come rinnovare il parquet con la levigatura

Una delle tecniche comunemente utilizzate per rinnovare parquet senza sostituirli è la levigatura. Si tratta di un procedimento che permette di ottenere una superficie liscia e pulita, praticamente come nuova, su parquet verniciati o oliati. In questo modo il legno viene privato del suo strato più superficiale, rivelando quindi quello sottostante, privo dei segni del tempo. 

La tecnica non è particolarmente complessa, ma resta necessaria una buona dose di manualità.

Il procedimento

La prima cosa da fare per rinnovare il parquet con la levigatura è ovviamente preparare l’ambiente. Procedi quindi a eliminare tutti i mobili e gli oggetti dalla stanza, e qualunque altro ingombro possa pregiudicare il lavoro (tende, battiscopa ecc.). 

Procedi a una pulizia accurata e preoccupati di fissare eventuali listelli leggermente distaccati, assicurati inoltre che non ci siano chiodi o altre sporgenze. 

A questo punto entra in scena la levigatrice. Per utilizzarla, ricorda di non sostare mai troppo a lungo nello stesso punto, poiché potrebbero risultare degli avvallamenti. Inoltre, cambia frequentemente gli abrasivi per un risultato uniforme.

Procedi alla levigatura in senso longitudinale ai listelli, e da quel momento fai molta attenzione alle macchie: il legno appena levigato è supersensibile!

La levigatura del parquet dovrebbe essere effettuata, per mantenere uno standard elevato, ogni 8-12 anni. Ovviamente questo lasso di tempo dipende anche dall’usura e dell’attenzione che si pone nei confronti del parquet: una famiglia di 5 persone con animali dovrà procedere alla levigatura più spesso rispetto a un single o una coppia.

Il procedimento di levigatura è molto delicato, e l’errore è dietro l’angolo: bastano pochi secondi per creare dei dislivelli che non possono essere recuperati! Inoltre, una levigatrice non è certo un macchinario che tutti possiedono. 

Per tutti questi motivi, consigliamo di ricorrere a un parquettista certificato per questo tipo di intervento. Questi sarà in grado di effettuare un intervento a regola d’arte, limitando anche i disagi di polveri e confusione!

Come rinnovare il parquet con la lucidatura

La levigatura non è certo l’unico sistema per rinnovare il parquet. Esistono infatti anche altre modalità per dare nuova vita al parquet, meno radicali ma altrettanto efficaci.

Un esempio è la lucidatura, che permette di ricoprire il parquet con uno strato che ha lo scopo di eliminare o quantomeno mimetizzare macchie e segni di usura.

La lucidatura 

Si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria molto più frequente rispetto alla levigatura, che agisce in maniera meno profonda. È quindi particolarmente indicato nel caso in cui siano presenti dei graffi che non è possibile eliminare con i comuni interventi di pulizia, ma troppo poco profondi per richiedere una levigatura. 

Per procedere alla lucidatura è necessario innanzitutto spostare tutti i mobili e gli ingombri e procedere a un normale lavaggio. Dopodiché si passerà all’applicazione del prodotto, che sarà differente in base al tipo di parquet.

  • Per un parquet oliato, la scelta migliore è sicuramente Bona Wax Oil Refresher, un ravvivante composto da oli naturali e cere che asciuga rapidamente e protegge da acqua e versamenti di altri liquidi.
  • Per un parquet verniciato, invece, l’ideale è un prodotto a base di cere e resine idrosolubili. 

La verniciatura

Ma se invece volessimo semplicemente rinnovare il parquet nella sua colorazione? Magari c’è qualche macchia e qualche graffio, ma non tale da giustificare interventi importanti come la levigatura o la sostituzione. 

Magari hai semplicemente cambiato arredamento, o hai voglia di qualcosa di diverso. In questo caso la soluzione si chiama Bona Inspiration.

Cinque stili diversi che ti permetteranno di cambiare completamente il colore del tuo parquet senza sostituirlo. 

Il progetto Bona Inspiration nasce grazie alla collaborazione tra Bona e la trend analyst Cay Bond: questo lavoro a quattro mani ha prodotto come risultato 5 collezioni di diversa ispirazione, con i colori più trend del momento. 

  • Se vuoi rinnovare la tua casa adottando uno stile nordico, Nordic Shimmer è la linea che fa per te. 
  • Per un’anima nature e green, puoi provare Garden Atmosphere
  • Per sognare le spiagge della California, Malibu Dreams è l’ideale.
  • Touch of Grace si ispira invece a grazia e raffinatezza. 
  • New Modern, infine, rappresenta stile e contemporaneità.

Tutte le vernici sono atossiche, e realizzate per avere il minor impatto possibile sull’ambiente. In questo modo potrai salvaguardare il nostro pianeta due volte: evitando di produrre rifiuti – specialmente considerando che il legno è un materiale prezioso – e scegliendo un prodotto responsabile. 

Inoltre, non dovrai avere a che fare con la polvere successiva alla levigatura, né con altri agenti chimici.

Rinnova con carattere con Bona Inspiration!