page loader

News

Corso sulla Vendita Attiva

Milano, 29 novembre 2016

30/11/2016
Categorie: Eventi
Corso sulla Vendita Attiva

Lo scorso 29 novembre presso la sede di Kunzle & Tasin di Cinisello Balsamo, si è tenuto l’incontro Bona sul processo di vendita efficace, rivolto ai professionisti del settore parquet.

 

Tutto nasce dall’idea di capire qual è oggi l’approccio alla vendita del professionista, soprattutto in un mercato come quello del parquet che negli ultimi anni è oggettivamente cambiato. Diventa cruciale quindi la gestione della relazione tra cliente e professionista.

Comunicazione efficace, relazioni umane, ascolto attivo…sono solo alcuni concetti che sono emersi durante l’incontro e sui quali i partecipanti sono stati invitati a soffermarsi, analizzandoli uno per uno, per andare a fondo della questione: «perchè se il mercato è cambiato, allora vuol dire che anche il professionista del pavimento in legno deve cambiare approccio per creare maggiore valore», esordisce Maurizio Rossini, Sales Area Manager Parquet Biffignandi.

Partire dal perché.
Ed è qui che sta la chiave del successo: la soddisfazione finale del proprietario del pavimento in legno proviene non dal cosa facciamo o dal servizio che offriamo ma dal perché lo facciamo.
«La gente non compra “cosa” fate o il servizio che offrite, compra il motivo per cui lo fate» dice Michael Hochfelsner, Account Manager EMEA Bona, facendosi ispirare dalla teoria del Golden Circle dell’antropologo inglese Simon Sinek. Bisogna iniziare a pensare al motivo per cui lo si fa, perché sono proprio coloro che cominciano con “perché” ad avere la capacità di ispirare la gente e a fare la differenza. Invertiamo quindi la rotta: non partiamo più dal “cosa”, perché ognuno di noi sa cosa fa, ma iniziamo a pensare al “perché lo facciamo”, ovvero allo scopo.

La soddisfazione deve essere condivisa, soddisfazione per far si che ogni pavimento in legno rimanga bello per tutta la sua vita: «le domande divengono fondamentali in questa fase del processo… chi domanda guida» dice Francesca Mottola, responsabile Marketing Parquet Biffignandi. È proprio grazie alle domande e quindi all’ascolto, che il professionista trova la soluzione più adeguata al bisogno del proprio cliente, in questo modo la trattativa si potrà chiudere in maniera positiva, raggiungendo la soddisfazione nella relazione professionale, ma anche umana.